900_Cumiana alla Liberazione-identif presunta.jpg900_Cumiana piazza Vecchia, anni Venti.jpg900_piazza Vecchia bruciata.JPGLiberazione 1945.jpg

Eventi

Questa sezione contiene alcuni importanti avvenimenti in qualche modo legati alla strage di Cumiana. Il visitatore vi troverà per esempio il conferimento della medaglia d'oro al Merito Civile, nel luglio 1969, e la storia dei rapporti con la città partner di Erlangen, nella Baviera del Nord, dove visse Anton Renninger dopo la guerra.

 

6 luglio 1969. Cerimonia di conferimento al Comune di Cumiana della Medaglia d'oro al Merito Civile. Pubblicheremo a piccoli passi le numerose fotografie della storica giornata. Eccone alcune:

foto 1. da sinistra Ernesto Ferrero, guardia comunale, insieme al sindaco Germano Oseglia e al ministro per i rapporti col Parlamento Carlo Russo (Savona 1920 -  Savona 2007). Deputato Dc dal 1948 fino al 1979, fu ministro dei trasporti dal 1963 al 1966, poi del commercio con l'estero (1968) per poi assumere il ministero senza portafoglio per i rapporti col Parlamento dal marzo 1969 al marzo 1970 nel 1° e  2°governo Rumor. Infine nel 1972, nel 1° governo Andreotti, ebbe una delega alla presidenza della delegazione italiana all'Onu. 

2. il ministro stringe la mano al presidente della Provincia di Torino, l'avv. Gianni Oberto (Brosso 1902 - Ivrea 1980). Alla sinistra, col pizzo e gli occhiali, l'onorevole Dc Silvio Geuna (Chieri 1909 - Torino 1998).  Tenente della Julia, poi comandante partigiano a Cumiana fino all'arresto avvenuto il 31 marzo 1944 in piazza San Giovanni a Torino, mentre con altri dirigenti del Comitato militare regionale piemontese si accingeva a partecipare ad una riunione in Duomo. Processato e condannato all'ergastolo, alla lettura della sentenza Geuna, scapolo, chiese vanamente di essere fucilato al posto del generale Perotti.
Uscito di prigione al momento dell'insurrezione di Torino, Silvio Geuna fu nominato membro del Consiglio nazionale della DC. Eletto deputato all'Assemblea Costituente e rieletto nel 1948, tornò a Torino. Qui ricoprì vari incarichi municipali, divenne capo redattore della sede locale della RAI, e infine si dedicò all'insegnamento.
Nel maggio 2008, a dieci anni dalla morte, il Comune gli ha intitolato un giardino nel centro di Torino.

3. Le orazioni ufficiali. Parla il sindaco Oseglia. Seduta alle sue spalle, con gli occhiali da sole, l'on. Emanuela Savio

Joomla templates by a4joomla